arancioopaco-04
superbonus-02

Paolo Bandini Architetto   |   Via Giovanni Battista Magnaghi 1/18 16129 Genova (GE)   |   Tel. 010 868 4978   | 

Mail. archipaolobandini@gmail.com   |   P.IVA 03370650107

Paolo Bandini ​Architetto

Progetto per un impianto sportivo 

 

© 2021 Paolo Bandini Architetto


facebook
instagram
linkedin
QRT22

Localizzazione: Genova Quarto (GE)

Committente: Impresa Mangano s.r.l.

Lavoro: Progetto per la realizzazione di un impianto sportivo a Genova Quarto

Data: 2005 - 2007

Importo di lavori: 3.500.000 €

Progetto: Progetto esecutivo, definitivo e direzione lavori 

Collaboratori: /

Impresa: /

Categoria opera (tavola z-1):  E-12

3_16087217444411vista1611QRT-111QRT-211QRT-611QRT-711QRT-8131

<<< Render

Descrizione

PROJECTQUARTO

Superficie dell’area: 20.000 mq. | Superficie totale costruito: 4.300 mq. | Superficie impianti sportivi: 3.300 mq. | Superficie servizi: 1.000 mq. | Volume totale costruito: 22.000 m3  | Altezza massima: 16 mt.

Il progetto è stato sviluppato su più livelli di lettura.

Un livello di lettura urbana, che prende in esame il fabbisogno di servizi sportivi che l’intero Levante genovese ha; un livello di lettura di circoscrizione, che analizza le specificità della zona e le esigenze segnalate dalle strutture territoriali, un livello zonale, con il tentativo di restituire agli abitanti una parte di territorio in stato di semiabbandono ormai da troppi anni.

Il progetto parte dall’analisi dello stato di fatto e dalla possibilità di sfruttare le aree rese disponibili dalla Amministrazione Pubblica, attualmente adibite in parte ad impianti sportivi abbandonati e non utilizzati ( 5 campi da tennis e un campo da calcetto, oltre ad un edificio servizi composto da due palazzine collegate fra loro, anch’esso mai utilizzato e da completare nelle finiture e negli impianti) ed in parte a parcheggi, (uno realizzato e non utilizzato ed uno non realizzato).

Salendo oltre, al posto dei rimanenti due campi da tennis è stato posizionato un campo da calcio a 7 in erba sintetica, dotato sul lato est di una gradinata scoperta per circa 400 persone max. (posizionati +60,00 mt. s.l.m.)

Dal momento che il campo da calcio ha dimensioni maggiori di quelle dei due campi da tennis esistenti, per non intaccare lo spazio utile dell’altro parcheggio pubblico posto al di sopra del campo, si è deciso di sfruttare lo spazio attualmente occupato dal terrapieno di separazione posto fra i primi tre campi da tennis e questi ultimi due prevedendo il suo sbancamento e la realizzazione al di sopra dello stesso di una soletta in c.a. che permetterà di realizzare un campo di dimensioni regolamentari.

Al di sotto della soletta in c.a. verranno allocati gli spogliatoi per le squadre di calcio, oltre a spazi di servizio e magazzini.

Tutti i volumi realizzati fuori terra saranno posti al di fuori della fascia di rispetto posta dalla Provincia per la presenza della copertura del Rio Castagna.

Superato il campo da calcio a 7, è stato posizionato un grande parcheggio pubblico che, sebbene in una posizione diversa da quella prevista dal progetto delle opere di urbanizzazione, può ospitare circa lo stesso numero di auto.

Tale parcheggio è accessibile direttamente da via delle Campanule e potrà essere utilizzato dai clienti per accedere alle strutture previste.

Nella parte aderente alla collina è stata posizionata la struttura principale della grande palestra coperta regolamentare per il gioco della pallacanestro e della pallavolo a livello nazionale.

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder