arancioopaco-04
superbonus-02

Paolo Bandini Architetto   |   Via Giovanni Battista Magnaghi 1/18 16129 Genova (GE)   |   Tel. 010 868 4978   | 

Mail. archipaolobandini@gmail.com   |   P.IVA 03370650107

Paolo Bandini ​Architetto

formatoverticale

© 2021 Paolo Bandini Architetto


facebook
instagram
linkedin

Concorso per l'Ospedale di Formia

Localizzazione: Formia (LT)

Committente: Bando di concorso

Lavoro: ​Concorso internazione per il nuovo Ospedale di Formia. (LT)

Data: 2011

Importo di lavori: /

Progetto: ​Studio fattibilità

Collaboratori: /

Impresa: /

Categoria opera (tavola z-1): E-10

OSPEDALEFORMIA2sezionegalleriacopyOSPEDALEFORMIAcoVVpiargb1

<<< Render e tavole di progetto

Descrizione

OSPEDALEFORMIAVV

Conservando l’idea di articolare tutto l’ospedale attorno alla “Main Street”,come previsto dallo studio di fattibilità allegato al Bando di Concorso, si propone di ruotare tutto il complesso di circa 90 gradi disponendo le degenze in modo da ottenere una parità di soleggiamento da ambo i lati delle strutture dedicate alle degenze ed alle attività diurne.

Inoltre le degenze sono state collocate su due piani anziché su quattro, mediante il raddoppio dei blocchi, al fine di ridurre i tempi di percorrenza tra le stesse e i piani inferiori. La zona Residence, sempre nell’ambito delle degenze, si differenzia per una diversa organizzazione degli spazi accessori e delle camere con dotazioni in sintonia con il livello qualitativo desiderato.

Sempre al fine di velocizzare i tempi di percorrenza proponiamo di organizzare su tre piani sovrapposti il pronto soccorso con la terapia intensiva, il dipartimento immagini e il blocco operatorio, collegati fra loro mediante due coppie di montalettighe, in modo da garantire la massima rapidità e sicurezza nei percorsi verticali.

La “main street” si caratterizza come il principale elemento di collegamento di tutto l’ospedale, articolando un’accessibilità separata a tutto il pubblico esterno da quella del personale sanitario, accessibilità che viene attuata mediante i blocchi scala-ascensori collocati in testa ai reparti delle degenze.

La struttura vetrata che avvolge la “main street” consente di illuminare e di ventilare anche i lati controterra dei due piani posti sotto la quota 0,00.

Attraverso la “main street” il pubblico esterno può raggiungere gli ambulatori medici e chirurgici, il dipartimento immagini, il day hospital, il day surgery, il pronto soccorso e infine i piani delle degenze, oltre naturalmente tutti i servizi extra ospedalieri previsti dal bando.

I blocchi scala-ascensori posizionati in testa alle degenze sono invece ad uso esclusivo del personale medico/sanitario, per l’accesso del materiale pulito e lo smaltimento dello sporco. La viabilità di progetto si organizza con due soli accessi dedicati, con eventuale posto di controllo diretto o remoto, per garantire una mobilità selettiva.

Il primo ha accesso dallo svincolo della Variante Appia, da dove, in corsie dedicate si collega sia la viabilità di emergenza, con cui si accede direttamente al pronto soccorso e all’eliporto, sottopassando la “main street”, sia la viabilità per il pubblico, quella di servizio per mezzi pubblici e di sicurezza per i mezzi VVF, organizzata ad anello.

Il secondo si attiva dalla Via Sparanise che è utilizzabile solo dai mezzi di emergenza e di servizio o eventuali autorizzati.

La Via Santa Maria mantiene la importante funzione di “passante” di collegamento tra le due viabilità principali.

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder