arancioopaco-04
superbonus-02

Paolo Bandini Architetto   |   Via Giovanni Battista Magnaghi 1/18 16129 Genova (GE)   |   Tel. 010 868 4978   | 

Mail. archipaolobandini@gmail.com   |   P.IVA 03370650107

Paolo Bandini ​Architetto

Oratorio Nizza Monferrato

© 2021 Paolo Bandini Architetto


facebook
instagram
linkedin
nizzame

Localizzazione: Nizza Monferrato (AT)

Committente: Diocesi di Aqui

Lavoro: ​Proposta di pianificazione urbanistica -Oratorio Nizza Monferrato (AT)

Data: 2012 - 2014

Importo di lavori: 11.690.000 €.

Progetto: ​Studio di fattibilità

Collaboratori: Ezio Bardini

Impresa: /

Categoria opera (tavola z-1): E-11

Immagini-all-interno-del-progetto-piccole_161054920617552013_05_13sezioneLONGITUDINALENMF2013_05_13sezioneTRASVERSALENMFTAV01Planivolumetrico1TAV02Funzioniridotto

<<< Render

Descrizione

Superficie delle aree: 53.255 mq.  |  Superficie totale costruito: 7.800 mq. | Classe Energetica ipotizzata: A - B​

 

Riqualificazione e valorizzazione di aree e attrezzature sociali, ricreative e sportive di interesse generale, nell’ambito di variante strutturale specifica al PRG e da attuare con la compartecipazione di soggetti pubblici e privati in accordo convenzionale in quanto interessati alla programmazione, realizzazione e gestione degli interventi. Lotto A: il progetto prevede la realizzazione di nuove strutture con destinazione sociale e ricreativa (centro estivo e relativi servizi, ecc.); la risistemazione e qualificazione degli spazi esterni con nuova dotazione a servizio di attività all’aperto ricreative a carattere polivalente; la demolizione della struttura e delle relative pertinenze ora destinate a gioco bocce non più coerenti con le finalità sociali dell’oratorio, prevedendone la rilocalizzazione in altro ambito; la realizzazione di nuovi edifici prevalentemente destinati a residenza con caratteristiche di ecosostenibilità (in parte di tipo ‘libero’ e in parte a carattere ‘sociale’) con relative pertinenze e servizi da collocarsi fra i due spazi ora occupati dal campo di calcio (di cui si prevede la rilocalizzazione in altro ambito) e da campi polivalenti (di cui si prevede la rilocalizzazione nell’ambito delle aree libere dell’Oratorio. Lotto B: il progetto prevede la realizzazione, del nuovo campo sportivo per il gioco del calcio e della connessa struttura per spogliatoi, la realizzazione di nuova struttura per il gioco delle bocce (sia in spazio chiuso che all’aperto delle dimensioni omologhe a quella esistente nel Lotto A), la realizzazione di interventi complementari (con alberature, parti a verde e sistemazioni superficiali drenati ecc.) necessari per l’accessibilità e la fruizione delle due strutture sportive in connessione con la viabilità esistente (accessi,percorsi pedonali, un’area a parcheggio).

Interni

1122bis13233

<<< Render

Riqualificazione energetica

Progettare con criteri di efficienza ed attenzione al risparmio energetico è il segno di un nuovo modo di costruire, sempre più attento alla qualità abitativa e di fruizione degli edifici, nel rispetto dell’ambiente considerando l’organismo edilizio in tutte le sue componenti, ecolo giche biologiche e sociali.  Diventa indispensabile prestare attenzione alla sostenibilità ambien tale degli edifici per ottenere un incremento del comfort abitativo e una notevole riduzione del consumo energetico. Con il nostro intervento abbiamo iniziato ad implementare criteri costruttivi che tengono in particolare considerazione l’impatto am bientale connesso all’edilizia in modo da poter ripristinare l’armonia tra uomo, edificio ed ambiente, mediante l’utilizzo, ove possibile, di materiali naturali idonei per la salute di chi vi abita, provenienti da fonti rinnovabili e facilmente riciclabili alla fine del loro ciclo vitale. Inoltre la nostra volontà si concretizza nel voler costruire con materiali  e sistemi sempre più evoluti, utilizzando le migliori tecnologie per po- ter ridurre i consumi, fornendo un apporto positivo alla crisi energeti ca dell’intero sistema ambientale, rendendo nel contempo sempre più vivibile e confortevole l’ambiente domestico; dunque non solo risparmio economico ma anche e soprattutto comfort abitativo, e più in generale di fruizione degli spazi.

L’intervento nel quale abbiamo cercato di concretizzare questa filo sofia progettuale interessa due lotti (A e B) situati nel Comune di Nizza Monferrato, nei quali abbiamo adottato accorgimenti quali:

- l’inserimento di elementi frangisole orizzontali che permettono di schermare la facciata esposta a sud dal sole nei mesi caldi;

- infissi a taglio termico con vetri selettivi; - immissione di aria fresca negli ambienti per differenza di pressione;

- alberi spoglianti che durante il periodo estivo raffrescano l’aria e creano ombreggiamento;

- il lucernaio in copertura che consente l’illuminazione diffusa degli ambienti;

- facciata ventilata;

- pale eoliche;

- pompa di calore geotermica;

- pannelli radianti a pavimento;

- pannelli fotovoltaici;

- sistema di raccolta e di riciclo delle acque meteoriche.

Nel lotto A (di 14.200 mq) l’intervento sarà prevalentemente di nuova costruzione con la previsione di realizzare due complessi residenziali (7.440 mq) (comprese aree a parcheggio, spazi verdi e spazi commerciali) e una struttura facente parte dell’area di pertinenza del l’oratorio (mq 800) finalizzata all’accoglienza temporanea e ai servizi legati all’attività sportiva. Costruire un edificio certificato “classe A” a basso consumo ener getico ed elevato comfort abitativo significa in generale intervenire con accorgimenti volti ad eliminare i ponti termici, orientare gli edifici in modo corretto, definire un isolamento termico ottimale, studiare soluzioni architettoniche e impiantistiche finalizzate alla riduzione dei costi di riscaldamento e raffrescamento, come si può evincere dalla sezione allegata.

1

Le operazioni che invece si identificano come di riqualificazione in parte del lotto A (Vecchio Oratorio) e nel lotto B (Area Campolungo di 39.000 mq) si inseriscono in un programma di promozione già avviato sul territorio comunale. Trattasi della valorizzazione delle attrezzature pubbliche e di uso pubblico per quel che riguarda le attività sportive e ricreative, anche in connessione con le attrezzature scolastiche esistenti. L’idea è quella di sviluppare un progetto di gestione delle strutture sportive utilizzando le risorse derivate dal risparmio energetico grazie all’installazione di impianti fotovoltaici che liberino i fondi necessari da reinvestire nell’ottimizzazione e nell’ampliamento degli stessi impianti sportivi.

CARATTERISTICHE FUNZIONALI DEL SISTEMA DOMOTICO Nella definizione di questo progetto si è utilizzato una nuovo approccio alla scelta ed alla pianificazione impiantistica, negli edifici di nuova costruzione (Lotto A), infatti, si prevede l’utilizzo di sistemi BACS (Building automation control system) chiamati anche dispositivi per il controllo e la gestione degli edifici che consentono concretamente di migliorare l’efficienza energetica degli impianti dell’edificio. Una casa domotica ottimizza le risorse energetiche e consente grande risparmio sui consumi, gestisce la sicurezza attiva e passiva (ad esempio con rilevatori di gas o fumo), gestisce l’illuminazione e il clima di ogni stanza in funzione delle effettive necessità, controlla gli elettrodomestici, la ventilazione, l’audio e il video della casa, il cancello e le parti esterne. I vantaggi di un impianto domotico così pensato sono:

• Una precisa regolazione delle temperature negli ambienti, con un’elevata resa dell’energia utilizzata

• La corretta ripartizione dei costi tra i condomini in base ai reali utilizzi di energia

• La possibilità di evolvere gli impianti, anche a distanza di tempo, e di soddisfare le richieste dei clienti più esigenti • Il controllo della qualità dell’aria all’interno degli ambienti gestendo umidità temperatura e livelli di anidride carbonica

• Un sistema molto semplice per impostare le temperature preferite nelle diverse ore della giornata. Sono tutte fasi di un modo di progettare e costruire necessario all’ottenimento di un prodotto di qualità. Il benessere delle abitazioni dovuto ad un ambiente salubre sarà immediatamente percepito.

2

1)Alberature sempreverdi raffrescano l’aria e creano ombreggiamento nel periodo estivo. Durante l’inverno riparano dai venti freddi provenienti da nord e nord-est.

2)Per mezzo del processo evaporativo la Vegetazione contribuisce a raffrescare l’aria e a filtrare la luce.

3)Sistema di raccolta e riciclo delle acque meteoriche. L’acqua viene raccolta in una cisterna, filtrata e riutilizzata per l’irrigazione e per gli scarichi domestici.

4)Pannelli fotovoltaici CIS a film sottile.

5)Pannelli Solari.

6)L’inclinazione dei raggi solari estivi viene intercettata dalle lamelle frangisole orizzontali e dagli aggetti che permettono di schermare la facciata esposta a sud dal sole nei mesi caldi senza impedire la vista verso l’esterno. Infissi a taglio termico con vetri selettivi riducono i guadagni termici.

7)Pannelli radianti a pavimento .

8)Immissione di aria fresca negli ambienti per differenza di pressione. Generazione di ventilazione naturale incrociata grazie alla presenza di finestre poste su fronti opposti.

9)Facciata ventilata

10)Alberi spoglianti. Durante il periodo estivo raffrescano l’aria e creano ombreggiamen to. Durante il periodo invernale permettono alla luce del sole di filtrare attraverso i rami e al vento caldo proveniente da sud-ovest di accedere. 

11)L’inclinazione dei raggi solari invernali, più bassa, consente l’illuminazione naturale de gli ambienti e garantisce il guadagno termico attivo per irraggiamento.

12)Il lucernaio in copertura permette l’illuminazione diffusa degli ambienti.

13)Pale Eoliche.

14)Pompa di calore geotermica.

3
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder